Leggera

Donna-allo-specchio

 

Nell’oblio sciolgo gli arti della mente
il nuovo è sospeso ma attraente
lo sento vicino presagio
lo sento speranza di piacere

Se ricordare è ripassare
non voglio queste passeggiate
non nella mente
non nel cuore

Desidero il nuovo
Lui avanza
mi pizzica
senza meraviglia del mio grido

Era un grido di dolore o di piacere?

Non importa
Voglio ascendere senza passato
senza presente

Sono già assente

Sono altrove
senza veli, senza bugie
sono nuda nella mia verità nuova
sospesa, attraente

Sono senza movente
Sono senza condanna

Sei morto non sanguinando
Sei morto godendo
scherzando
nell’orgasmo dell’attimo senza tempo

Morte felice la tua, Matador del Vero:
sei rimasto senza tempo

Io non l’ho mai avuto

Potrei bere il tuo dalle labbra schiuse
ma sei bello, troppo
il tuo piacere è eternato

Mi volto
ti dono la mia schiena

E sento il tuo sguardo indugiare
e aggrapparsi

Uomo ricorda
a me non è dato
le mie spalle sono leggere

 

 

 
24/12/2019

 

Immagine: Christoffer Wilhelm Eckersberg, La donna allo specchio

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.